gototopgototop

Salvatore Abbruscato

Sito ufficiale del docente in pensione Dott. Salvatore Abbruscato

recito_rid_cornice

Il teatro secondo Goethe

img_1264708538172_1431img_1264708538172_1431

Vorrei che il palcoscenico fosse sottile

come la corda di un funambolo

affinché nessun inetto

vi ci si arrischiasse sopra...



Barzelletta, Berlusconi e Montezemolo PDF Stampa E-mail
Scritto da da internet   
Lunedì 20 Febbraio 2017 15:52

Luca Cordero di Montezemolo viaggia sull`autostrada con la sua nuova Ferrari rossa oltre ogni limite di velocità. Improvvisamente dallo specchietto retrovisore vede arrivare da lontano Silvio Berlusconi sopra una biga, stile Ben Hur. Berlusconi supera Montezemolo e lo sperona, Devastandogli la fiancata della Ferrari. I due si fermano.
L`ex Presidente di Confindustria scende dalla macchina arrabbiato come una iena e tuona: «Insomma, possibile che tu non permetti a nessun altro di correre in santa pace?».
Berlusconi, sorridendo: «E dai, non ti arrabbiare così! Sai che ho la lampada di Aladino e grazie a lei risolveremo tutto ».
Il premier estrae dalla tasca il mitico coccio e dice: «Strofinala e chiedi quello che vuoi. Mi raccomando, grida perché il genio è vecchio ed è anche un pò sordo».
Montezemolo manipola la lampada; il genio esce. Luca urla con la sua vocetta: «Voglio un miliardo, un miliardo per rimettere a nuovo la Ferrari». Un tuono scoppia e si aprono, in alto, le porte dei cieli.
Dalle nubi scende, precipitando, un oggetto: un biliardo, che si schianta sulla Ferrari distruggendola definitivamente. Montezemolo, sconvolto, rimprovera il genio: «Vecchio rincitrullito, ho chiesto un miliardo, non un biliardo ! ».
Il Cavaliere gli posa bonariamente la mano sulla spalla e sorridendo dice: «Te l`ho detto che è un po` sordo. Secondo te io gli ho chiesto la biga? »

 
Indietro

Sei qui: Comicità Barzelletta, Berlusconi e Montezemolo