gototopgototop

Salvatore Abbruscato

Sito ufficiale del docente in pensione Dott. Salvatore Abbruscato

recito_rid_cornice

Il teatro secondo Goethe

img_1264708538172_1431img_1264708538172_1431

Vorrei che il palcoscenico fosse sottile

come la corda di un funambolo

affinché nessun inetto

vi ci si arrischiasse sopra...



LA MISSIONE DI RINO MARTINEZ PDF Stampa E-mail
Scritto da RINO MARTINEZ   
Giovedì 16 Novembre 2017 11:54

" MISSIONARIETÀ
“il dono di sé
di Rino Martinez

La chiesa, riconosce l’impegno missionario come propria vocazione. La storia, nei secoli, ci insegna che Sacerdoti e Suore di Fede Cristiana e non solo, hanno impegnato ed impegnano ancora oggi la propria esistenza nel dono di sé, in favore dei popoli oppressi dalle guerre, dalla fame, dalle malattie, dagli impoverimenti e dall’indifferenza più totale di chi governa le nazioni del mondo, di chi mette al centro il proprio egoismo, di chi non ha a cuore il bene dell’umanità e soprattutto chi non riconosce i bisogni e i diritti sacrosanti dei più fragili, deboli e indifesi.
Vi sono luoghi, dove storicamente i missionari hanno svolto e continuano a svolgere un ruolo straordinario, luoghi lontani da noi come: “Africa” – “India” - Sud-America” “Asia”, nei quali, figure umili e forti come Madre Teresa di Calcutta, hanno lasciato traccia, diventando un chiaro esempio per tutti noi; riferimento di autentica “missionarietà” che ha permesso a questa fragile e minuta donna di spendersi con dedizione e amore verso i lebbrosi, i dimenticati, i derelitti e gli emarginati. Negli occhi spenti di questi esseri umani, Madre Teresa ha trovato le ferite e le offese rivolte al cuore ed alla Carne di Gesù Crocifisso e per tutta la vita “il dono di sé”, ha prodotto frutti meravigliosi che hanno alleviato le sofferenze fisiche e morali di milioni di persone.
Tanti anni fa, nelle parole di Giovanni Paolo II°, il quale esortò tutti i laici, le famiglie a far dono di sé per alleviare le sofferenze del prossimo ed essere umili missionari e costruttori di pace nel mondo, a quella chiamata, non restai insensibile e pian, piano col tempo, capii la bellezza di questo messaggio così umano; sembrava un vestito cucito a pennello per i sogni che covavo da bambino e ad un tratto come d’incanto nel 1998, riuscì a trasformare la mia vita già avviata nel cammino dell’impegno sociale nei quartieri a rischio della mia città e decisi, seppure già sposato con Anna che amo tantissimo e con due meravigliosi figli, Claudio e Andrea di dedicare parte della mia esistenza ai bambini di strada, bambini soldato, orfani e abbandonati congolesi, fino ad esplorare i drammatici bisogni del popolo più antico della terra a rischio estinzione “i Pigmei”. La mia famiglia non mi ha mai abbandonato, seppure con difficoltà, tanta trepidazione e paure è stata sempre al mio fianco ed io ancora oggi, affronto notevoli rischi per garantire la mia permanenza all’interno della foresta equatoriale dove la nostra missione “Cuore per la vita”, ci consente di realizzare una “clinica mobile itinerante” per curare e vaccinare migliaia di esseri umani altrimenti destinati a non farcela in questo luogo primordiale, dove per mesi vivo nelle capanne dei villaggi pigmei e bantou e mangio ciò che offre la foresta. Gesù Cristo e la Madre Celeste, guardano negli occhi e nel cuore di ciascuno di noi aiutandoci nei momenti più duri e difficili, dove la fatica, la stanchezza, i pericoli e le delusioni non ti fanno arretrare di un solo passo, perché, in questi luoghi di sofferenza, dove l’ebola, la lebbra, il paludismo, le pian (framboesia) e la malnutrizione sono  causa di un’alta percentuale di mortalità e trovano una concreta risposta nei nostri gesti di amicizia e solidarietà gratuita, quella risposta che è nelle guarigioni di tanti bimbi, donne e uomini autoctoni curati con tanto amore e che in cambio ti regalano un semplice sorriso. La mia forza è dentro il grande valore della famiglia che ha saputo comprendere, accettare e collaborare ad un progetto missionario che oggi ci rende tutti più uniti dinanzi agli occhi di Dio Padre.  “Missionarietà – il dono di se'

 
Indietro

Sei qui: Riflessioni LA MISSIONE DI RINO MARTINEZ